La Natura

Condividete con noi un' esperienza unica proteggendo questo ambiente fragile!

Sulla spiaggia di Rethymno ogni anno c' è la riproduzione della tartaruga marina Caretta - Caretta. La partecipazione al rilascio di una tartaruga di mare ferita, o la schiusa di un uovo e il viaggio di un bambino Caretta - Caretta per la prima volta verso l'oceano è certamente una esperienza indimenticabile . Gli scavi sono effettuati durante l'autunno ogni anno, per controllare ogni nido e, se si è fortunati, si può vedere un bambino Caretta - Caretta uscire e dirigersi diretto verso il mare.
ARCHELON è un' organizzazione no-profit che protegge le spiagge greche, dove trova rifugio la tartaruga Caretta - Caretta. Durante la stagione di nidificazione (da maggio ad agosto) i nidi sono protetti durante la notte. ARCHELON è responsabile non solo per la protezione delle tartarughe e dei loro habitat, ma anche per aumentare la consapevolezza circa la loro situazione. Lavorando con la comunità locale ed i visitatori, cerca di garantire un futuro delle tartarughe marine su questo pianeta. Il sostenitore di questo sforzo è il Comune di Rethymno e una moltitudine di volontari. Inoltre, ARCHELON mira a promuovere il turismo attraverso il volontariato a vantaggio delle tartarughe marine. Venite a Rethymno e sperimentare una delle più grandi esperienze ambientali!
Per il programma di quest' anno visitate i siti:www.archelon.gr or www.rethymno.gr

Mondo del Mare

I mari greci sono ricchi di grandi mammiferi, specie incontrate anche in antichità secondo testimonianze della loro esistenza che toviamo in molti testi antichi, vasi decorativi e affreschi. Indicativa è la stretta relazione di Creta con i delfini, i quali apparono dagli anni Minoici, attraverso i murales con delfini trovati nella sala della regina a Cnosso.
Nel mondo marino mediterraneo abitano numerosi branchi di pesci pelagici, mammiferi marini, grandi predatori e squali. A parte la famosa ma in via di estinzione foca mediterranea, che vive in quasi tutte le coste del paese, in acque profonde vivono le balene, capodogli, delfini e focene. Questi sono residenti permanenti del Mediterraneo, o visitatori occasionali. Soprattutto sulla costa meridionale di Creta, il Fossato Greca, ospita molte di queste specie.
Il fondo del Mediterraneo ha una grande diversità, interrotta da scogliere rocciose, ricche di forme e colori, mentre gli habitat delle zone costiere sono tra gli ecosistemi più produttivi al mondo. Qui si trovano fondi rocciosi ma anche molli di fango, sabbia o ghiaia, aree con piante acquati che in realtà assomigliano a praterie sottomarine, oltre a numerose tane, grotte e rocce sporgenti. Il quadro viene riempito con una tavolozza di colori infiniti di specie di pesci che hanno sorprendenti strategie di adattamento. Cremagliere, labri, anemoni, crostacei, echinodermi sono alcune delle specie presenti.
La costruzione del canale di Suez che collega il Mediterraneo con il Mar Rosso ha portato sconvolgimenti biogeografici senza precedenti nel Mediterraneo. Fin dalla sua creazione, varie speci tropicali, sono apparse nel Mediterraneo e hanno cominciato ad attraversare il canale spinti dalle correnti. Gradualmente, alcuni di loro si stabilìrono divenendo residenti permanenti. Queste specie migratorie sono chiamate "lessepsiana", in onore del creatore del Canale, Ferdinand de Leseps.

Flora

Rethymno, come Creta nel suo complesso, ha una straordinaria varietà di flora, che è direttamente legata al clima e la topografia del posto. A valle dominano vigneti, oliveti e frutteti. Come l' altitudine aumenta prevale il sottobosco di piante e fiori aromatici nativi, alcuni dei quali sono in via di estinzione.
I sistemi forestali, sono rari, si sviluppano per lo più negli altopiani, e in particolare sul lato sud di Dikti, Psiloritis, Asterousia e Montagne Bianche. Qui si trovano foreste di pini, roveti (Cuercus Ilex), e in molti casi, troviamo boschi di querce caducifoglie (Cuercus makrolepis) ed anche piccoli ecosistemi di palme Phoenix Theophrastis (Lago di Preveli).

Ad oggi, a Creta si registrano circa 2000 speci vegetali, di cui 160 sono caratterizzate endemiche. Ogni anno, le speci rare accolgono botanici da tutti gli angoli del globo per studiarle. Tra di loro impressionano le orchidee endemiche, e i tulipani endemiche generate sulle Montagne Bianche. I paessagi sono variegati, Dikti, la penisola di Gramvousa e a Rethymno è un piccolo paradiso botanico chamato Ghius Campos. Il momento migliore per visitarlo è in primavera.

Inoltre, piante aromatiche ed erbe crescono ovunque sulle montagne, terreni agricoli e le zone costiere. Molti di queste sono endemiche e sono note fin dall' antichità per le loro qualità medicinali.

Nelle zone costiere prosperano ninfee (Pancratium maritimum) e alberi (Tamarix cretica) per via della salsedine e dell' umidità. Sui monti arbusti aromatici e fiori selvatici dominano il paesaggio come l' oleandro (Nerium Oleander), le vinci (agnus-castus Vitex), camomilla (Chamomilla recutita), menta (Mentha spicata), mirto (Myrtus communis) e papavero (Papavis rhoeas).

Sulle zone collinari si trovano le querce (Quercus coccifera), il timo (Thymus capitatus), il corbezzolo (Arbutus unedo), il falasco (Spartium junceum), la stiracas (Styrax officinalis), e fiori selvatici come il ciclamino cretese (Cyclamen creticum), iris (Iris unguicularis) , il drago (Dranculus vulgaris), gladiolo (Gladiolis italicus), e tulipani (Muscari commosum). In montagna prosperano anche l' acero cretese (Acer semprevirens), le viole gialle (Erysimum creticum), Crocus (Crocus Oreocreticus) e Aro Ida (Arum idaeum).

 

Fauna

A Creta a causa della diversità del paesaggio e del terreno, si trovano anche speci endemiche di fauna. Questa isola trovandosi lontana dal continente Europeo, Asiatico ed Africano, ha una fauna selvatica costituita da forti diversità genetiche e nasconde molti segreti circa l'evoluzione delle speci.
La maggiore concentrazione di speci endemiche si trovano in montagne e burroni, dove prevalgono condizioni climatiche ideali, e la presenza umana è limitata. Sull' isola non ci sono animali che potrebbero danneggiare gli esseri umani, questo fatto gli antenati dei Cretesi lo attribuiscono ad un fatica di Ercole per commemorare il luogo di nascita di Zeus, che lo protesse da Saturno.

A Creta ci sono speci identificate da tutti i gruppi (mammiferi, roditori, anfibi, rettili, invertebrati e vertebrati), mentre in tutta l' isola non ci sono mammiferi carnivori, ad eccezione del gatto selvatico (Felis Silvestris Cretensis), che sopravvive nella zona di Psiloritis. Nelle grotte ci sono ecosistemi estremamente sensibili che ospitano oltre agli invertebrati, anche gruppi di molti vertebrati importanti come i pipistrelli.
Le zone montuose dell' isola e i burroni sono di notevole interesse ornitologico, a causa della varietà di uccelli rapaci che si moltiplicano entro i loro confini. L' avifauna di Creta è considerata una delle più ricche in Europa, in quanto ospita più di 350 specie di uccelli. Nelle montagne cretesi c' é la più grande popolazione insulare di grifoni del mondo e, insieme con la Corsica, ospitano le ultime coppie di grifoni nei Balcani.
Lungo l'isola ci sono aree importanti per i predatori come si riproducono e vivono in loro. Indicativi sono i seguenti: il gipeto (Gypaetus barbatus), l' avoltoio (Gyps fulvus), l' aquila reale (Aquila chrysaetos), l' Aquila del Bonelli (Hieraaetus fasciatus), il gheppio (Falco naumanni), il pettirosso o Falco (Falco peregrinus) e il Falcon (Falco eleonorae). Vi si riproducono anche la pernice insulare (Alectoris chukar) e il gracchio corallino (Pyrrhocorax pyrrhocorax). Nella parte orientale di Creta si trova il Falco buteo-buteo ed anche la più grande colonia nel mondo di falco reale (Falco de Eleonorae).

Creta è come un' isola al crocevia di tre continenti, ospita diverse varietà a fissa dimora e migliaia di uccelli migratori, che si fermano per riposare nelle zone umide dell' isola. Per questo motivo l' osservazione degli uccelli a Creta è una delle attività più comuni dell' isola.

 

Città di Rethymno

I luoghi senza tempo di Rethymno e la varietà dei paesaggi, l'architettura della città, i musei, i siti archeologici, le spiagge sabbiose senza fine e e le escursioni nei paesi vicini vi ricompenseranno con una ricca esperienza culturale e rilassante durante tutto il corso dell'anno. Uscirete dai soliti percorsi. Qui troverete la Grecia incontaminata del passato. Eredità culturale e bellezza naturale. Rethymno offre il meglio di entrambi.

Newsletter

Contatto

Dipartimento del Turism
  tourism (@) rethymno.gr
  +30 28310 21459
  +30 28310 21459
  20 El. Venizelou Str, 74100, Rethymno

Rimaniamo in contatto

  

facebook instagram tripadvisor
Condividi i tuoi ricordi Manda le tue foto